La struttura

CARATTERISTICHE TECNICHE

Da sempre le fontane hanno decorato le nostre città, fornendo acqua e rappresentando anche un punto di aggregazione sociale.

Una casa dell’acqua è la moderna espressione di una fontana pubblica ed è in grado di recuperare tali funzioni, trasformandole in nuovi servizi.

Queste strutture sono destinate all’erogazione, a prezzi vantaggiosi, di acqua filtrata sia gassata che naturale.

L’acqua erogata è prelevata dall’acquedotto comunale ed è resa maggiormente piacevole al gusto mediante la filtrazione su carboni attivi, che priva l’acqua del cloro, e l’eventuale aggiunta di anidride carbonica.

Alcuni Comuni dell’ATO 3 Sarnese Vesuviano, in collaborazione con GORI, hanno deciso di offrire ai loro cittadini ed utenti questo innovativo servizio, che ha il principale obiettivo di ridurre i rifiuti plastici, a tutto vantaggio dell’ambiente.

CARATTERISTICHE STRUTTURALI

I chioschi realizzati sono a forma compatta prismatica a base esagonale con copertura a falda, su una platea di forma esagonale in cemento armato con uno spessore di 20 cm.

La struttura è accessibile anche ai disabili su sedia a ruote: i percorsi di accesso hanno larghezza minima di cm 150, andamento in piano e pendenze conformi alla normativa, gli spazi consentono la rotazione della carrozzina (diametro 150 cm), le soglie ed i dislivelli nella pavimentazione sono inferiori a cm 2,5.

Il chiosco è illuminato con apparecchi da esterno nascosti alla vista, dissimulati nei travetti della copertura. L’area antistante, ove possibile, è decorata con la posa di fioriere complete di piante ornamentali.

La tecnologia adottata nella realizzazione delle principali sezioni costitutive dell’impianto di trattamento è in grado di erogare acqua a temperatura ambiente, refrigerata e addizionata di anidride carbonica dopo il processo di affinaggio, garantendo i seguenti elevati requisiti di qualità per ogni punto di prelievo:

  • Capacità di erogazione media oraria non inferiore a 260 l/ora;
  • Sistema di erogazione “no contact dispensing” per evitare proliferazione batterica da contatto con i dispensatori;
  • Sistema di sanitizzazione automatico giornaliero con soluzione igienizzante a base di acqua ossigenata e ioni d’argento;
  • Presenza di Centralina Elettronica di Programmazione ed inoltro segnali d’allarme visivi (lampade esterne d’accensione) e remoti (sms a cellulare);
  • Impianto di illuminazione esterno a LED ad alta potenza e a basso consumo energetico;
  • Presenza di lampade UV per la sterilizzazione del punto d’uso e dell’ugello erogatore;
  • Presenza di lampade UV per la sterilizzazione del circuito idraulico in maniera continua;
  • Gettoniera e lettore card.

La struttura scelta per questo intervento è un chiosco costruito in opera e dotato di tutti gli impianti per la corretta erogazione di acqua sanificata e all’occorrenza refrigerata e/o gasata con CO2.